Per Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (noto anche con l'acronimo TUSL, col quale per brevità viene spesso citata la normativa) si intende, nell'ambito del diritto italiano, l'insieme di norme contenute nel Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 che - in attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123 - ha riformato, riunito ed armonizzato, abrogandole, le disposizioni dettate da numerose precedenti normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell'arco di quasi sessant'anni, al fine di adeguare il corpus normativo all'evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro.

La struttura della legge è impostata prima con la individuazione dei soggetti responsabili e poi con la descrizione delle misure gestionali e degli adeguamenti tecnici necessari per ridurre i rischi lavorativi. Alla fine di ciascun titolo sono indicate le sanzioni in caso di inadempienza.

Al testo degli articoli del decreto sono stati aggiunti altri 51 allegati tecnici che riportano in modo sistematico e coordinato le prescrizioni tecniche di quasi tutte le norme più importanti emanate in Italia dal dopoguerra ad oggi.

In ambito legislativo, la denominazione Testo Unico è tra l'altro erronea, in quanto la sicurezza è di competenza esclusiva delle Regioni, all'art.1 comma 2 si sottolinea la clausula di cedevolezza di questo Decreto Legislativo, ovvero nel caso in cui un soggetto con competenza in materia di sicurezza (regioni) legiferi in opposizione al D.Lgs. 81/08, esso viene a decadere sul territorio di competenza dell'organo legiferante.

La gestione della sicurezza nel condominio è una questione molto delicata. Di fatto proprio negli stabilimenti condominiali, causa la compresenza di impianti comuni ed impianti privati, vi è maggiore esigenza di applicazione delle normative di prevenzione e sicurezza. Inoltre a fronte della presenza negli stessi di numerosi nuclei familiari si possono e devono promuovere tutte le iniziative che rendano edotti circa l'importanza di migliorare la qualità della vita attraverso la salvaguardia e le prevenzione dei rischi.

Tra le domande frequenti (Faq) pubblicate sul sito del Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche sociali, si chiariscono alcuni punti chiave sull'applicazione del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/2008) nel condominio. L'intervento ministeriale entra nel merito degli obblighi previsti a carico del datore di lavoro nei confronti dei lavoratori subordinati del condominio in caso di affidamento di lavori a ditte appaltatrici o a lavoratori autonomi; in riferimento asserisce che grava sul condominio, nella persona del suo amministratore pro tempore, l'osservanza delle norme sulla sicurezza del lavoro. La risposta del Ministero specifica l'obbligo dell'elaborazione di un unico documento di valutazione dei rischi (DUVRI) che indichi le misure adottate per eliminare o ridurre al minimo il rischio di interferenze.

 

http://www.parlamento.it/parlam/leggi/deleghe/08081dl.htm

http://www.lavoro.gov.it/lavoro/sicurezzalavoro/MD/FAQ/default

Attachments:
Download this file (20080409_Dlgs_81-2.pdf)L 81/2008[L 81/2008]8605 Kb
Download this file (gestione-sicurezza-condominio1.pdf)Sicureza in Condominio[Sicurezza in Condominio]473 Kb