La Corte di Cassazione con sentenza n. 5690 del 10 marzo 2011 è intervenuta in materia di tabelle millesimali errate, sancendo la possibilità per il condominio di agire giudizialmente al fine di ottenere il rimborso delle spese non sostenute da uno dei condòmini per l’errore nella ripartizione delle spese.

Dunque la sentenza ha affermato la possibilità per il condominio di agire giudizialmente mediante l’esperimento dell’azione di indebito arricchimento ex art. 2041 c.c..

Il caso preso in esame dalla Cassazione riguardava  il fatto per cui  si era chiesta la revisione delle tabelle millesimali dal momento che a seguito di un intervento di manutenzione straordinaria ci si era accorti che uno dei condòmini, essendo escluso dalle tabelle millesimali, aveva tratto beneficio dei lavori pur non partecipando alla spesa.